Se sei all’inizio del tuo percorso imprenditoriale, potresti chiederti come assicurarti di assumere personale valido e di fare assunzioni diverse, per i campi in cui ne hai maggior bisogno. Fortunatamente per te, ci siamo seduti e abbiamo intervistato Alexandra Badea, un’imprenditrice esperta ed ex manager delle risorse umane, che ci ha dato i suoi consigli per avere successo.

Alexandra ha avviato la sua prima impresa, un’agenzia di risorse umane, otto anni fa. Si è resa conto che le aziende hanno bisogno di un tocco più umano quando si tratta di reclutamento. Questo è uno dei motivi per cui alcuni lottano per molto tempo, per trovare i migliori candidati. “Sono brava a mettere in contatto le persone”, ha spiegato, e ama vedere cosa succede quando si mettono insieme le persone giuste.

Prima di iniziare la sua attività, Alexandra ha conseguito una laurea in psicologia e un master in risorse umane. “Ho deciso, durante i miei studi universitari, che non sarei stata una buona terapeuta perché amo vedere dei risultati in fretta, ma ovviamente la terapia richiede tempo”, ha detto scherzando. “Il mio modo di aiutare le persone era quello di indirizzarmi verso le Risorse Umane”.

Attualmente, Alexandra sta lavorando su “She is Mom”, un’impresa che ha avviato due anni e mezzo fa. È una piattaforma educativa, che riunisce mentori e imprenditori, per aiutare madri a trovare opportunità professionali. L’imprenditrice è appassionata di diversità e sta aiutando le aziende e le start-up a proseguire il loro percorso, facendo assunzioni diversificate.

Superare le sfide dell’assunzione come start-up

Alexandra riconosce che ci sono molte sfide da affrontare quando si vogliono fare le prime assunzioni come start-up o piccolo team. Per cominciare, non sei in grado di offrire la stessa sicurezza di una grande azienda. Tuttavia, ci ha rivelato ottimi consigli:

  • Crea una visione. “Quando sei una start-up, hai un sacco di sogni, ma non sai dove andrai a finire”, ha detto Alexandra. Come tale, è importante lavorare sulla tua visione e missione e trovare qualcuno che la pensi fortemente come te. “Per trovare la persona giusta per la tua start-up, devi trovare persone con i tuoi stessi valori, ma con abilità diverse dalle tue”, ha riassunto.
  • Scrivi descrizioni oneste del lavoro. Questo ti aiuterà e ti assicurerà di assumere la persona migliore per un lavoro temporaneo, ma anche un potenziale dipendente fisso, che saprà esattamente per cosa sta firmando. Creare una descrizione del lavoro molto umana è vitale, secondo Alexandra, che ha suggerito, inoltre, di creare dei video sulla squadra già presente all’interno dell’azienda, per pubblicizzare i ruoli.
  • Assegna un budget per ogni posizione in cui assumi. Come per qualsiasi altra parte del tuo business, dovresti avere dei budget stabiliti per le assunzioni. Questo ti aiuterà a proiettare accuratamente le entrate ed eviterà spiacevoli sorprese ai candidati.
  • Lavora sul tuo “employer brand”. Questo punto è particolarmente importante per le piccole imprese, ha sottolineato Alexandra, poiché non avranno una fama su cui giocare, per attrarre potenziali dipendenti. Il tuo marchio e la tua immagine devono riflettere accuratamente te e la tua attività ed essere attraenti e accessibili.
  • Sii chiaro sui benefici. Anche se lavorare per una start-up potrebbe non offrire gli stessi alti stipendi e la stessa sicurezza di un lavoro in una grande azienda, ci sono anche molti benefici. “La flessibilità e l’opportunità di crescere sono i segreti per attrarre i migliori candidati”, ha rivelato Alexandra. Entrambi sono molto più facili da ottenere nelle start-up, dove la progressione di carriera è generalmente più veloce che nelle grandi organizzazioni. “In una grande azienda ci sono molti capi, manager e regole – è difficile avvicinarsi al CEO per vedere come funzionano le cose”, ha spiegato. In una piccola impresa, i dipendenti possono imparare dal CEO o dal fondatore stesso.

Quando è il momento giusto per assumere?

Abbiamo chiesto ad Alexandra quando ha deciso di iniziare ad assumere per la sua impresa e se pensava che ci fosse un momento ideale per iniziare a reclutare. Lei è stata veloce a rispondere: “Siamo umani, quindi a volte è meglio farsi aiutare, avere tempo per rilassarsi e resettare le idee prima di assumere”. Quando lavori sette giorni a settimana, 10-12 ore al giorno, è il momento di iniziare ad assumere.

Tuttavia, l’imprenditrice ha anche sottolineato l’importanza di aspettare finché non si ha la capacità finanziaria per assumere. Assumere è una grande responsabilità, ha detto, devi prenderti cura del tuo dipendente, pagarlo in tempo, ecc. Come tale, assicurati di non affrettare la tua decisione di iniziare ad assumere e, per quanto possibile, aspetta fino a quando non avrai entrate costanti.

Oltre ad essere finanziariamente pronto ad assumere, devi assicurarti di avere la mentalità giusta. “Quando assumi per la prima volta, dovresti essere pronto a cedere i compiti che facevi da solo in precedenza a qualcun altro”, ha detto Alexandra. Può essere difficile condividere le responsabilità quando si è abituati ad essere una squadra composta da una sola persona; quindi, se non sei pronto a delegare, non assumere.

Un’altra opzione che ha delineato l’imprenditrice è quella di lavorare con le associazioni studentesche per fornire agli studenti brevi contratti o stage. Questo permette loro di ottenere una preziosa esperienza ed è una soluzione di assunzione flessibile e a tempo determinato per te.

L’importanza delle assunzioni diversificate per le piccole imprese

Una volta che hai deciso che è il momento di iniziare ad assumere, è fondamentale assicurarsi di farlo in modo inclusivo. “Per il lungo termine, hai bisogno di un team diversificato. Non puoi continuare ad assumere persone che sono molto simili a te”, spiega Alexandra. Perderai idee, esperienze, background e prospettive interessanti.

La missione di Alexandra è specificamente incentrata sulle madri, per aiutarle a reinserirsi e a tornare al lavoro. Le abbiamo chiesto perché è una buona idea assumere una mamma.

“Le madri sono grate di avere delle opportunità, quindi cercano di fare più in quattro ore di lavoro, di quanto farebbe qualcun altro in otto ore”, ha detto Alexandra. Sono abituate al duro lavoro e a gestire al meglio il tempo, abilità molto necessarie per superare la maternità.

Per il datore di lavoro, specialmente per le piccole imprese e le start-up, l’opzione di assumere a tempo determinato, a orario ridotto e con contratto a distanza può anche essere incredibilmente vantaggiosa. Le madri spesso hanno bisogno di tempo per capire esattamente come possono gestire gli orari di lavoro; quindi, un datore di lavoro flessibile e comprensivo è la chiave.

Perciò, non ci sono perdenti nel fare assunzioni diversificate! 

About the author
EWOR Team

Sign up to our Newsletter