State cercando di iniziare il vostro percorso come creatori di contenuti, oppure avete già iniziato ma vi state chiedendo come fare per ottenere maggiore visibilità?

Il team di EWOR ha parlato con Arfiana Fatimah, una giovane creatrice di contenuti indonesiana, di come ha raggiunto il successo e di come lavora per creare contenuti così interessanti.

Arfiana è attualmente una studentessa universitaria in marketing e comunicazione. Il suo interesse per il marketing e i contenuti è nato a scuola, dove ha creato i suoi account sui social media e ha partecipato ad attività come il dibattito. “Ho iniziato a creare contenuti e ho capito che avevo una passione per la comunicazione”, ha spiegato.

Dopo il diploma di scuola superiore ha partecipato a sei stage di marketing in una volta sola, il che è già di per sé un risultato incredibile. Arfiana ha realizzato un TikTok su quell’esperienza che è diventato virale, raggiungendo quattro milioni di visualizzazioni e guadagnando migliaia di follower. Da lì ha iniziato a creare costantemente su TikTok, Instagram, Pinterest, YouTube e altre piattaforme.

Abbiamo chiesto ad Arfiana che tipo di contenuti crea. Ci ha detto che all’inizio ha provato a fare video di viaggi, cibo e moda, ma nessuno di questi è decollato. “Poi ho finalmente brillato con la mia passione, i miei interessi, l’istruzione; sono diventata popolare con quella”, ha detto Arfiana, sottolineando la popolarità dei contenuti educativi in Indonesia. Soprattutto durante la pandemia, era importante aiutare gli studenti a imparare da casa, perché non potevano andare a scuola.

Come costruire una strategia di creazione di contenuti

Arfiana gestisce più piattaforme contemporaneamente e produce contenuti per tutte in modo coerente. Le abbiamo chiesto come fa a gestire tutto questo e come ha costruito la sua strategia di contenuti.

“Sono una persona molto analitica”, ha spiegato, quindi analizzare le statistiche dei contenuti le viene naturale. La prima cosa da notare secondo Arfiana è che non tutti i contenuti funzionano su tutte le piattaforme: qualcosa che funziona molto bene su TikTok potrebbe non essere appropriato per Facebook o LinkedIn, ad esempio. Ecco perché è fondamentale scoprire cosa funziona dove.

I KPI più elementari relativi alla creazione di contenuti sono abbastanza ovvi, ha spiegato Arfiana. Si possono considerare le visualizzazioni, le condivisioni, i commenti e i like. Ma se si va più a fondo, si può anche vedere per quanto tempo le persone guardano i video e se li guardano fino alla fine. “Ci sono così tante metriche che si possono usare quando si analizzano le piattaforme video”, ci ha detto la creatrice di contenuti. Non limitatevi a quelle di base.

Poiché deve tenere traccia di molte cose, Arfiana utilizza i fogli di calcolo di Google o Excel per inserire le sue metriche e statistiche e confrontare le prestazioni dei vari contenuti. Da lì, decide quale tipo di contenuto e quale messaggio può funzionare meglio su ciascuna delle piattaforme su cui è attiva.

Come gestire il coinvolgimento

Un altro aspetto cruciale della creazione di contenuti è l’engagement. Per fortuna, Arfiana ha fornito molti spunti sull’argomento.

Il suo primo consiglio è stato quello di prestare attenzione ai propri follower. Per farlo, secondo la creatrice di contenuti, dovreste analizzare le sezioni dei commenti, le caselle di posta, i DM: cosa significano? Cosa dicono i vostri follower dei vostri contenuti e cosa vogliono vedere?

“I creatori di contenuti non sono poi così diversi dalle start-up”, ha rivelato Arfiana. “Siamo qui per risolvere i problemi delle persone, per fornire un servizio alle persone”. Per questo motivo, è importante essere in sintonia con ciò che le persone cercano, in modo da poter identificare le soluzioni alle domande che pongono. Essere in contatto con i propri follower è anche un buon modo per identificare il tipo di contenuto che funziona meglio per voi e come replicarlo in futuro.

Abbiamo chiesto ad Arfiana se attualmente considera la creazione di contenuti come la sua professione, e ci ha risposto che per il momento è solo per divertimento. “Esiste sicuramente un business dei creatori di contenuti”, ha detto.  “Alcune persone mi contattano per parlare in webinar, alcuni brand vogliono che promuova i loro prodotti e a volte vendo i miei servizi come digital marketer professionista. In pratica, per ora sono come un freelance”, ha spiegato.

Se state cercando di promuovere marchi e prodotti, la creatrice di contenuti ha una parola di avvertimento. “Se promuovo qualcosa, non è una questione di soldi per me: lo raccomando ai miei follower, quindi devo essere credibile”, ha sottolineato Arfiana. Si dedica alla ricerca del prodotto per verificare che sia del tutto legittimo e che sia interessante per i suoi follower: “Devo capire se il prodotto è adatto al mio mercato, al mio pubblico”. Altrimenti, si rischia di macchiare la propria reputazione e di perdere l’interesse del pubblico.

Consigli per gli aspiranti creatori di contenuti

Arfiana ha dato alcuni consigli utili a chi sta pensando di iniziare a creare contenuti.

  • Essere se stessi. Prima di iniziare a creare è importante capire se stessi, ha spiegato l’autrice. Per farlo, potreste provare a utilizzare schemi come lo SWOT, per identificare i vostri punti di forza e di debolezza.
  • Definite i vostri obiettivi. Come creatore di contenuti, il vostro obiettivo è quello di dedicarvi all’istruzione, all’intrattenimento, al business, alla tecnologia? Volete condividere la vostra esperienza? Le vostre conoscenze? Conoscere le risposte a queste domande è fondamentale prima di iniziare.
  • Capire il proprio pubblico di riferimento. Affinché i vostri contenuti abbiano successo, dovete sapere esattamente per chi state creando. Una volta deciso il pubblico di riferimento, cercate di capire quali sono i suoi interessi e cosa li spinge a cliccare.
  • Siate coerenti. La creazione di contenuti richiede un duro lavoro costante. Per costruire un marchio di successo, è necessario pubblicare regolarmente.
  • Analizzare ciò che funziona. Come ha già detto, Arfiana attribuisce grande importanza alle metriche e ai KPI. Questi informano la sua strategia e le consentono di creare contenuti in modo più intelligente.
About the author
EWOR Team

Sign up to our Newsletter