Indice dei contenuti

Sei un founder che vuole far crescere la propria attività, ma non sai quale opzione di raccolta fondi seguire?

Mi chiamo Philipp Merk, sono un imprenditore esperto con sette anni di esperienza nell’ecosistema delle start-up e posso aiutarvi a determinare il percorso migliore da seguire per la vostra azienda.

Innanzitutto, un po’ di cose su di me. Ho una formazione tecnica in ingegneria e scienza dei dati e ho abbandonato il MIT prima di iniziare il master per avviare la mia impresa. Questa è la mia passione per l’imprenditoria e non mi sono mai pentito della mia decisione!

Ho partecipato a una serie di progetti diversi, la maggior parte dei quali riguardava nuove tecnologie e innovazioni. Ho iniziato con lo sviluppo di satelliti, sviluppando un satellite per monitorare le emissioni di gas serra dei paesi presso Airbus. Mi sono presto stufato delle strutture aziendali e ho iniziato a lavorare presso una unicorn tedesca chiamato Lilium.

In seguito, io e tre co-fondatori abbiamo dato vita a Loewi, una start-up del settore sanitario che mira a produrre vitamine personalizzate in base alle analisi del sangue dei singoli individui. Ora abbiamo venduto l’azienda dopo averla portata avanti per tre anni, ma sono coinvolto nella transizione, oltre a essere consulente di diversi progetti di start-up.

Nel corso della mia carriera di imprenditore ho imparato molto sulla raccolta fondi e ho commesso molti errori. Spero che le mie intuizioni possano illuminarvi e aiutarvi a fare le scelte migliori per la vostra azienda!

Quali sono le diverse opzioni di raccolta fondi disponibili?

Il primo ostacolo da affrontare è la scelta del percorso di raccolta fondi più adatto a voi e alla vostra azienda. Ci sono molte opzioni disponibili, ma non tutte sono adatte a ogni azienda.

Bootstrapping. Questo significa essenzialmente autofinanziare l’azienda, trasformarla in una unicorn e poi venderla. Questa opzione è la migliore se non si hanno molte spese o se si dispone già di un capitale attraverso fondi propri o di amici e familiari, ad esempio.

Sovvenzioni e finanziamenti governativi. I governi hanno spesso programmi per sostenere le start-up e l’innovazione, di solito con l’obiettivo finale di creare occupazione nel Paese. Questi programmi sono ideali per i founder alle prime armi che stanno ancora studiando o che non sono sicuri di perseguire un’impresa a tempo pieno, poiché si tratta di un’opzione a rischio zero.

Business Angels. Si tratta di persone facoltose che spesso hanno già fondato un’azienda, hanno esperienza in un determinato settore e vogliono sostenere altri fondatori con denaro e la loro esperienza. Questa opzione è ideale per un round inferiore a quello del VC e se avete bisogno di consigli o di un mentore in un particolare settore.

Capitale di rischio (VC). I Venture Capitalist hanno “i big money” e prendono in considerazione solo investimenti di grandi dimensioni (in genere non meno di qualche centinaio di migliaia di euro). Questa è l’opzione migliore se avete un’attività che sta già generando un discreto fatturato e ha molti contatti in entrata, e avete bisogno di scalare rapidamente.

Bootstrapping

Il bootstrapping è una buona soluzione se avete un’idea imprenditoriale che non si basa sulla ricerca o sullo sviluppo di un prodotto. Ad esempio, potrebbe trattarsi di un prodotto semplice come una bevanda che avete creato: avrete bisogno di fondi solo per produrre il primo lotto e da lì potrete generare rapidamente un flusso di cassa.

Un altro tipo di azienda che può essere avviata è quella delle agenzie o delle società di consulenza, che vendono il loro tempo e non un prodotto. Non è necessario scalare queste aziende così velocemente e si dovrebbe essere in grado di coprire i costi con una quantità limitata di fondi.

Un breve avvertimento riguardo al bootstrapping. Se avete gestito e finanziato la vostra attività in questo modo per un paio d’anni e non sta funzionando, la tentazione potrebbe essere quella di guardare altrove e trovare altri tipi di finanziamento. Tuttavia, è importante essere realistici a questo punto: c’è solo un problema con la vostra attività? In molti casi è più vantaggioso ridurre le perdite prima di dedicare settimane alla ricerca e al lancio di finanziamenti.

Finanziamenti e sovvenzioni governative

Questa opzione è adatta ai founder che stanno ancora studiando e non sono sicuri di volersi impegnare al 100% in un’idea. La maggior parte delle sovvenzioni e dei finanziamenti governativi sono privi di rischio, il che significa che non dovete cedere alcun capitale e non dovete ripagarli. Si tratta quindi di un ottimo modo per sperimentare e vedere se la vostra attività funziona, senza rischiare nulla.

In Germania esiste un sistema chiamato [EXIST?]. Questo programma si rivolge specificamente ai fondatori esordienti e alle imprese in fase iniziale. Per essere ammessi, non dovete avere un’entità esistente (ad esempio una GmbH) e dovete presentare una proposta di 30 pagine. Se si viene selezionati, si ricevono 125.000 euro nell’arco di un anno per finanziare la prototipazione, gli stipendi, ecc.

Un equivalente nell’UE è il programma Euro Stars: attraverso una semplice domanda in un’unica fase, è possibile ottenere un finanziamento fino a 500.000 euro. Le condizioni sono che sia già stata costituita un’entità, in quanto è necessario mostrare la prova delle finanze dell’azienda. Questa è, ad esempio, un’ottima opzione se la vostra start-up ha un paio d’anni e volete creare una nuova linea di prodotti.

Questo tipo di supporti variano da Paese a Paese, quindi cercate di informarvi sui programmi specifici del vostro Paese!

Business Angels

Se state cercando di intraprendere la strada del capitale di rischio, ma siete dei founder alle prime armi, un business angel potrebbe essere l’opzione migliore per la vostra azienda. Non solo il rapporto con un business angel ha un aspetto più personale, ma è anche più facilmente accessibile.

Come ho già detto, i business angel sono generalmente persone che hanno già fondato un’impresa e che ora vogliono aiutare i giovani fondatori con il loro denaro e la loro esperienza. Idealmente, il business angel con cui lavorate dovrebbe operare nel vostro stesso settore, in modo da sfruttare al meglio le sue conoscenze. Un altro vantaggio è quello di potervi assistere nei prossimi round di finanziamento, ad esempio presentandovi a dei VC.

Come si fa a trovare un business angel che sostenga la vostra azienda? Parlate con altri founder nell’ecosistema delle start-up e probabilmente avranno una tabella Excel piena di nomi di angels e di dettagli per contattarli. Grazie alle vostre ricerche e a quella ambita tabella, individuate le persone che potrebbero essere adatte a voi e contattatele su LinkedIn. Siate onesti e sinceri su ciò che volete, chiedete loro di incontrarsi per un caffè e create un rapporto personale.

L’aspetto importante da tenere presente con i business angels è la definizione di un investimento minimo. Sebbene possa essere allettante lasciare che più persone investano 5.000 euro o 10.000 euro qua e là, può essere dannoso per l’immagine della vostra azienda. Gli investitori non vedono di buon occhio un tavolo di capitale affollato, mentre un numero inferiore di investitori aiuterà i business angels scelti a sentirsi più “investiti” nella vostra impresa.

Capitale di rischio

Considerate attentamente le vostre opzioni prima di decidere di intraprendere la strada del capitale di rischio. Si tratta di una grande quantità di lavoro, spesso non molto remunerativo.

I VC investono fondamentalmente in centinaia di aziende, con l’aspettativa che almeno una di esse sia in grado di far fruttare l’intero fondo. Per questo motivo, la vostra azienda deve avere un potenziale di rendimento tale da indurre il fondo a interessarsi. Questo concetto è chiamato distribuzione a legge di potenza; i CR guardano la vostra azienda ora, stimano dove sarà tra cinque anni, quale sarà la loro partecipazione nell’azienda a quel punto e se è sufficiente per recuperare l’intero fondo.

Se state pensando di rivolgervi ai venture capitalist per raccogliere fondi, chiedetevi se avete un prodotto che richiede molto sviluppo. Se è così, allora rivolgetevi ai VC. Se invece avete raggiunto l’idoneità del prodotto al mercato, se la vostra casella di posta è piena di contatti in entrata senza bisogno di marketing e se avete solo bisogno di scalare il più velocemente possibile, allora il VC è la strada da seguire. In sostanza, il capitale di rischio vi dà la velocità di scalare la vostra azienda.

Want to start and grow your own business? We have the perfect solution for you. We built a platform with over 17 courses designed by serial entrepreneurs to help you build a sustainable business. You will get access to hundreds of resources, tools, legal templates, and much more. Save time and money and become more successful by subscribing to our EWOR Platform. What are you waiting for?

Sign-up now!

Cos’è EWOR

EWOR è una scuola ideata dai migliori professori, imprenditori e leader del settore d’Europa.
Insegniamo e guidiamo giovani innovatori ad avviare business di successo.

Scopri di più

Indice dei contenuti

I nostri programmi

Fellowship

Un esclusivo programma di dieci mesi completamente sponsorizzato, progettato per aiutarti a lanciare un' azienda di impatto. Impara a costruire un' azienda.

Per saperne di più

Academy

Un programma online di 8 settimane che ti insegna come costruire un' azienda con un impatto a lungo termine sull' ambiente e la società.

Per saperne di più

Platform

Impara a ideare, a costruire un prototipo, a testare, e lanciare un' azienda di impatto con oltre 17 corsi per aiutarti a iniziare.

Per saperne di più

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere futuri contentuti ed iscriviti alla nostra newsletter!

Seguici

About EWOR

EWOR is a school conceived by Europe’s top professors, entrepreneurs, and industry leaders. We educate and mentor young innovators to launch successful businesses.

Learn More

Our Programs

Fellowship

An exclusive 10-month, fully-sponsored, program designed for aspiring entrepreneurs who want to make the world a better place.

Learn More

Academy

An exclusive 10-month, fully-sponsored, program designed for aspiring entrepreneurs who want to make the world a better place.

Learn More

Platform

Learn how to conceive, prototype, test, and launch an impactful venture with over 17 courses to help you start off.

Learn More

Newsletter

Don’t miss out on future content and subscribe to our newsletter!

Recommended

Come fare network da imprenditore

Ciao, sono Mona Ghazi, co-fondatrice e CEO di Optimo. Sono appassionata di imprenditorialità e formazione...

Come sfuggire all’ecosistema delle start-up come giovane fondatore

Come un giovane fondatore o qualcuno con un’idea, la prima cosa che probabilmente farai è...

Statuti societari: Una guida per principianti al diritto societario

Avviare una propria azienda è un’esperienza entusiasmante, vero? Ancora di più se si sta per...

Come fondare un’impresa biotecnologica come studente di dottorato

Sei uno studente di tecnologia, scienze biologiche o chimica con un’idea brillante? La tua ricerca...

Automatizzare il tuo business con gli strumenti no-code

Vi è mai capitato di avere una grande idea imprenditoriale, ma di pensare che fosse...

Follow Us

Want to start and grow your own business?

Learn how to conceive, prototype, test, and launch an impactful venture with over 17 courses.

Get access to over 300 resources including pitch-decks, investor term sheets, and contracts.

Rate this article

daniel

Daniel Dippold

Michael