Indice dei contenuti

Vi è mai capitato di avere una grande idea imprenditoriale, ma di pensare che fosse troppo difficile costruirla? Il no-code può aiutarvi a validare le vostre idee, a fare esperimenti e a migliorare i vostri processi interni.

In questo articolo introdurrò il concetto di no-code, spiegherò come può essere utile agli imprenditori e svelerò i miei strumenti no-code preferiti.

Mi chiamo Paul Muller. Sono il cofondatore di Coleap. Sono sempre stato affascinato dall’impatto che le esperienze di apprendimento trasformative possono avere sulla vita di una persona. Per questo motivo ho trascorso gran parte della mia vita a cercare di capire e costruire esperienze educative incredibili. Dall’insegnamento in una scuola superiore nelle zone rurali della Lituania al lancio di no-profit nel settore dell’istruzione e al lancio di start-up tecnologiche sostenute da venture.

Molte di queste idee sono nate grazie all’utilizzo del no-code. Vi spiego come abbiamo usato il no-code per costruire diversi prodotti educativi.

Cosa significa “No-Code” e come può essere utile?

Tradizionalmente, se si intendeva costruire un prodotto digitale, si doveva investire una notevole quantità di tempo e scrivere il software da soli, oppure pagare qualcuno che lo facesse per noi. Tuttavia, il no-code cambia le cose.

In parole povere, il no-code consente agli utenti di creare applicazioni digitali senza alcuna (o molto limitata) conoscenza dei linguaggi di programmazione. Analogamente a come non è più necessario programmare il software in codice Assembly, il no-code aggiunge il livello di astrazione successivo ai linguaggi di programmazione di livello superiore.

Questo permette alle persone di costruire qualsiasi cosa, da semplici siti web ad APP mobile, utilizzando interfacce utente grafiche e configurazioni. Inoltre, di solito si occupa dell’infrastruttura e si può condividere con il mondo con un solo clic.

Un ottimo esempio è Webflow. Con Webflow è possibile costruire splendidi siti web trascinando elementi grafici su canvas. Con migliaia di modelli per iniziare, potete pubblicare ciò che avete costruito con un solo clic. Ciò che rende Webflow ancora migliore è che è molto personalizzabile, consentendovi di scrivere del codice per migliorare il vostro sito web. Basta esportare il codice sorgente o modificarlo direttamente sulla piattaforma. (Bonus qui: Webflow Academy – una delle piattaforme di formazione più interessanti tra gli strumenti che conosco).

Se siete nelle prime fasi di lancio di un’idea, potreste non avere le conoscenze tecniche necessarie o i soldi per assumere ingegneri informatici. Anche se le avete, potreste non essere sicuri dell’idea. Forse vorreste anche convalidarla un po’ di più prima di investirci tutto il vostro tempo e denaro. In questo caso, il no-code è incredibilmente utile. Invece di sprecare molto tempo e risorse per costruire un prodotto che potrebbe non funzionare, il no-code consente di sperimentare rapidamente per produrre prototipi a una frazione del costo. Dalla creazione di siti web o prototipi di app funzionanti, alle campagne e-mail automatizzate, il no-code è in grado di gestire tutto.

Utilizziamo il no-code anche per aumentare la produttività interna della nostra azienda automatizzando tutto ciò che possiamo. Diamo anche la possibilità ai membri del team non tecnici di fare lo stesso. In breve, no-code viene utilizzato per automatizzare il nostro onboarding interno, creare promemoria per i nostri utenti e rendere il nostro sforzo di reclutamento molto più divertente: ogni candidato riceve un sito web personalizzato da noi🚀.

Ci sono limiti al No-Code?

Come per la maggior parte degli strumenti, ci sono dei limiti a ciò che si può fare con il no-code. In teoria, si potrebbe costruire qualsiasi cosa con il no-code Anche se, quanto più complesse sono le esigenze e le necessità, tanto più si noteranno i limiti degli strumenti no-code.

Secondo la mia esperienza, ci sono tre limiti principali quando si tratta di strumenti no-code:

  • Prestazioni: Gli strumenti no-code spesso non sono all’altezza della velocità delle piattaforme personalizzate. Soprattutto per le parti di un prodotto che hanno un impatto sull’esperienza dell’utente, questo può essere un problema. Tuttavia, per la maggior parte dei prototipi, questo va bene. 
  • Logica aziendale complessa:  Cercare di costruire applicazioni con una logica aziendale avanzata che richieda un’intensa manipolazione dei dati con il no-code vi rallenterà.  Anche i calcoli più semplici in no-code possono diventare quasi impossibili senza un gran numero di hack.
  • Scala: La maggior parte degli strumenti no-code funziona benissimo per un piccolo numero di utenti. Ma quando si raggiungono centinaia di migliaia o addirittura milioni di utenti, le prestazioni e le opzioni di personalizzazione del no-code diventano fattori limitanti. A questo punto, diventa più costoso utilizzare gli strumenti no-code piuttosto che ospitare autonomamente le applicazioni.

Ciononostante, il no-code è brillante per le situazioni sopra descritte. Inoltre, con la velocità con cui questi strumenti migliorano, alcune limitazioni potrebbero presto scomparire.

I miei strumenti no-code preferiti

Di solito è meglio partire dal problema e poi scegliere lo strumento migliore, piuttosto che il contrario. Ecco perché di seguito condivido i problemi più comuni che si possono risolvere con il no-code e alcuni suggerimenti su quale strumento utilizzare per affrontarli.

  • Volete lanciare un sito web per commercializzare i vostri servizi o convalidare la domanda di un prodotto? Come già detto, suggerirei Webflow se avete esigenze più complesse o Carrd se volete lanciare rapidamente un microsito.
  • Avete bisogno di un semplice database per i dati dei clienti o per le conoscenze interne? Airtable è la soluzione giusta. Non solo è un ottimo modo per combinare un’interfaccia di foglio di calcolo utilizzabile da tutti con un database più avanzato su cui interrogare, ma si integra anche con quasi tutti gli altri strumenti no-code. Inoltre, le funzionalità di spedizione sono incredibilmente veloci e ogni settimana vengono aggiunte applicazioni e automazioni interessanti.
  • Come posso fare cose interessanti con i dati che ho in Airtable o in Google Sheets? Se volete automatizzare alcuni processi basati su trigger di dati o se volete inserire dati in Airtable da altri servizi come Stripe, Make e Zapier sono ottime scelte. Hanno caratteristiche molto simili e consentono di collegare diversi strumenti e di manipolare i dati. Ad esempio, si possono usare questi strumenti per inviare i dati da Typeform ad Airtable dopo che qualcuno ha inviato un modulo. Poi, si può inviare un messaggio Slack automatico o un’e-mail a quella persona.
  • Come posso visualizzare i dati in Airtable e condividerli con il mio team o con i clienti? Softr è un ottimo strumento per questo. Softr consente di creare interfacce utente e autenticazione (ad esempio, una schermata di accesso) sul database di Airtable.  Questo è un ottimo modo per rendere i dati visivamente attraenti quando li condividete con altri.
  • E se volessi creare un’applicazione più complessa e molto personalizzata? Bubble è forse lo strumento no-code più sofisticato. Permette di costruire applicazioni web completamente personalizzate. È persino possibile renderle reattive. Bubble ha una curva di apprendimento più ripida rispetto alla maggior parte degli altri strumenti, ma è anche molto potente. Abbiamo lanciato il nostro primo MVP con Bubble, ma poi ci siamo spostati a causa delle prestazioni e delle diverse esigenze legate alla maggiore complessità della nostra logica aziendale. 

Prezzi

La maggior parte di queste applicazioni ha un piano gratuito, ma è probabile che per alcune funzioni sia necessario pagare. Se si utilizzano più applicazioni, il prezzo può davvero aumentare. Se iniziate a scalare, gli strumenti no-code possono diventare sempre più un fattore di costo. Tuttavia, molti di questi strumenti hanno un piano dedicato alle start-up, basta cercare su Google queste informazioni o inviare un’e-mail.

Spero che abbiate apprezzato questo approfondimento sul mondo degli strumenti no-code. È probabile che ne stiate già utilizzando qualcuno per la vostra attività!

Want to start and grow your own business? We have the perfect solution for you. We built a platform with over 17 courses designed by serial entrepreneurs to help you build a sustainable business. You will get access to hundreds of resources, tools, legal templates, and much more. Save time and money and become more successful by subscribing to our EWOR Platform. What are you waiting for?

Sign-up now!

Cos’è EWOR

EWOR è una scuola ideata dai migliori professori, imprenditori e leader del settore d’Europa.
Insegniamo e guidiamo giovani innovatori ad avviare business di successo.

Scopri di più

Indice dei contenuti

I nostri programmi

Fellowship

Un esclusivo programma di dieci mesi completamente sponsorizzato, progettato per aiutarti a lanciare un' azienda di impatto. Impara a costruire un' azienda.

Per saperne di più

Academy

Un programma online di 8 settimane che ti insegna come costruire un' azienda con un impatto a lungo termine sull' ambiente e la società.

Per saperne di più

Platform

Impara a ideare, a costruire un prototipo, a testare, e lanciare un' azienda di impatto con oltre 17 corsi per aiutarti a iniziare.

Per saperne di più

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere futuri contentuti ed iscriviti alla nostra newsletter!

Seguici

About EWOR

EWOR is a school conceived by Europe’s top professors, entrepreneurs, and industry leaders. We educate and mentor young innovators to launch successful businesses.

Learn More

Our Programs

Fellowship

An exclusive 10-month, fully-sponsored, program designed for aspiring entrepreneurs who want to make the world a better place.

Learn More

Academy

An exclusive 10-month, fully-sponsored, program designed for aspiring entrepreneurs who want to make the world a better place.

Learn More

Platform

Learn how to conceive, prototype, test, and launch an impactful venture with over 17 courses to help you start off.

Learn More

Newsletter

Don’t miss out on future content and subscribe to our newsletter!

Recommended

Da dipendente a imprenditore: Le parole di incoraggiamento di un borsista dell’EWOR

L’idea della sicurezza del lavoro, dei benefit e di un futuro piuttosto prevedibile è un...

Come sfuggire all’ecosistema delle start-up come giovane fondatore

Come un giovane fondatore o qualcuno con un’idea, la prima cosa che probabilmente farai è...

5 consigli per migliorare la tua produttività, da un esperto

Il team EWOR ha avuto il piacere di sedersi con Julia Zhou, che è un...

Come avviare un’attività commerciale dopo la scuola

Sei curioso e vuoi avviare un’attività commerciale? Ti stai lanciando nell’imprenditoria direttamente dalla scuola? Sei...

Creare una società migliore con la Machine Economy e il Web 3.0

Se siete esperti di tecnologia e siete affascinati dal suo potenziale nel rendere il mondo...

Come il mondo accademico può aiutarti ad avviare il tuo business

Se stai cercando di prendere una decisione tra l’accademia e l’imprenditoria, ti aiutiamo noi. Abbiamo...

Follow Us

Want to start and grow your own business?

Learn how to conceive, prototype, test, and launch an impactful venture with over 17 courses.

Get access to over 300 resources including pitch-decks, investor term sheets, and contracts.

Rate this article

daniel

Daniel Dippold

Michael